Un ultimo incontro, quello di ieri sera in piazza Municipio, per la lista “Guardia sei tu” prima del rush finale di questa sera in cui, in piazza Castello, Gabriele Sebastianelli, farà il suo ultimo accorato appello alla cittadinanza affinché dia fiducia alla sua lista. Nella serata di ieri sono intervenuti i candidati al Consiglio comunale Elena Sanzari, Nicola Pacelli, Carlo Di Lonardo, Michele Foschini e Floriano Panza, nella duplice veste anche di candidato al Consiglio regionale nella lista “Fare Democratico – Popolari”.

“Chi dice che a Guardia non è cambiato nulla mente sapendo di mentire” – è stato l’esordio di Michele Foschini, riferendosi al grande lavoro dell’amministrazione uscente, specialmente considerati gli sforzi e i sacrifici per rendere realtà un progetto lungimirante quale quello di “Sannio Falanghina – Città Europea del Vino 2019”. Tanto è stato fatto e si continuerà su questo percorso, non solo a livello di rilancio guardiese e di brand sannita, ma anche a livello scolastico, di comunità e di accessibilità comunale. Ecco, allora, progetti che mirano alla centralità della scuola guardiese, dalla quale sono uscite grandi menti, progetti inerenti a un nuovo modello di commercio 2.0, proposte di decoro e riqualificazione urbana, accessibilità, nuovi spazi di aggregazione sociale e pedonali e nuovi parcheggi. Da Panza è risalito l’invito alla cooperazione da parte di Guardia con tutti i comuni limitrofi, ricordando, ancora una volta, il valore di progetti quale quello a scopo irriguo della diga di Campolattaro e quello della centralità del lavoro e della sanità.

Gabriele Sebastianelli ha rimarcato il concetto di coesione della sua squadra. “Si dice che non siamo uomini liberi ma qui si parla di dignità. Questa squadra che mi onoro di rappresentare mi trasmette molta serenità, mentre la lista avversaria non è una compagine che possa trasmettere sicurezza di governo e gli elettori sapranno valutare questo”. “Una situazione assurda – prosegue Sebastianelli – se si pensa che il candidato della lista avversaria fino a pochi giorni fa ha fatto parte della maggioranza. Evidentemente, si tratta di persone messe insieme per il solo interesse delle poltrone”.

Il tema agricoltura è stato quello centrale della serata per Sebastianelli. “L’agricoltura ha rappresentato il volano per l’economia locale e ha visto Guardia capofila in ben quattro progetti: ‘Vin Sannio festival Art – Le città del Vino verso l’Unesco’, ‘ Biowine’, ‘Sannio Falanghina – Città Europea del Vino 2019’, ‘La ciclovia della Falanghina’. Questi sono fatti e sono evidenti. Lo dico da osservatore e non da addetto ai lavori, lo dico da cittadino, da chi osserva. Non si può dire che non si è fatto niente. Chi utilizza queste farse non vuole bene a questa comunità”. Sebastianelli ha rimarcato l’importanza di incrementare e stabilizzare il reddito agricolo guardiese con la valorizzazione di nuove forme di cultivar locali. Si può pensare di lanciare il brand Sannio non solo con il settore vitivinicolo, ma anche con i tanti prodotti di eccellenza che lo caratterizzano. Ritornando al settore della viticoltura, sono tante le attività che possono svilupparsi, come quelle del commercio e della ristorazione, del vetro, del sughero, dei trasporti, del vivaismo, dell’imballaggio, dell’enoterapia, dell’editoria, della cosmetica. Estremamente importanti, in questo discorso sono le infrastrutture, sia immateriali che digitali. “Queste – conclude Sebastianelli – sono risorse per la viabilità interna, per la tutela e la salvaguardia delle falde acquifere, per la bonifica e la regimentazione dei torrenti e dei corsi d’acqua, per le strade rurali, per la mitigazione degli incendi, per la valorizzazione e la salvaguardia dei boschi; per la tutela e la messa in sicurezza dei beni storico-culturali; per la segnaletica viaria e turistica, per il monitoraggio e il controllo del territorio e quanto altro ancora serve per rendere effettivamente un territorio idoneo alla candidatura UNESCO”.

La lista “Guardia sei tu”, durante questo mese di campagna elettorale, ha fatto conoscere tutte le sue proposte programmatiche, incentrate sulle quattro fondamentali direttrici che sono la Comunità, la Bellezza, l’Ambiente e la Mobilità. Ha ricordato il grande lavoro che è stato fatto negli ultimi anni amministrativi, che ha dovuto prendersi i suoi tempi. Questa la dichiarazione corale della compagine capitanata da Sebastianelli: “Nessuno ha la bacchetta magica e dobbiamo rispettare i tempi maturi affinché tutto possa concretizzarsi al meglio. Siamo certi che tutti voi abbiate visto il nostro lavoro, il nostro impegno che ci ha visti sacrificarci, metterci in gioco ma la maggior parte delle volte i risultati ci hanno dato ragione. Chiedervi di sostenerci vuol dire fare appello alle vostre coscienze: voi sapete dove siamo arrivati e sapete anche dove possiamo arrivare. C’è bisogno di continuità per poter procedere su un buon percorso, per affrontare con immediatezza problematiche urgenti quali, ad esempio, l’imminente riapertura delle scuole e per portare a termine discorsi intrapresi che col tempo potranno portare concretezza e visibilità alla nostra Guardia. Siamo una squadra coesa, coerente, forte, legata da una salda amicizia e sappiamo cosa voglia dire cooperare e collaborare per il bene comune. Il 20 e il 21 settembre, vota la lista nr 1, “Guardia sei tu”, perché vogliamo che tu sia un cittadino protagonista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *